Alta Via dei Pastori

Alta Via dei Pastori
maggio 6, 2017 hypertesto

L’Alta Via dei Pastori è un percorso ideato per permettere all’escursionista di vivere la montagna non solo come esperienza atletica, ma soprattutto umana, a stretto contatto con la vita quotidiana degli alpeggi. Dal 2015 il sentiero, segnalato con tabelle bianche e azzurre con il logo “Alta Via dei Pastori”, viene arricchito di nuovi percorsi e varianti.

Molino – Zingari Bassi

Tempo di percorrenza: 3-4 ore

Periodi consigliati: da Maggio a Settembre

Dal piazzale di partenza degli impianti in località Molino di Falcade, attraversato il ponte sul torrente Vallés e superato il Campeggio Eden, si sale al Rif. Bottari al pascolo della Costazza (1573m). Si prosegue per il versante opposto della Valle di Vallés fino al Rifugio Caviazza (1887m) e alla Malga le Buse (1910 m); di qui il sentiero prosegue per la Casera dei Zinghen Aut e costeggiando il bacino artificiale del Cavia arriva alla Malga Zingen Bas (1775 m).

Zingari Bassi – Baita dei Cacciatori

Tempo di percorrenza: 5-6 ore

Periodi consigliati: da Maggio a Settembre

Oltrepassando la strada del Passo San Pellegrino, il sentiero prosegue sulla sinistra orografica della Valle del Biois, verso la Malga Boer (1808 m ) e la Baita Flora Alpina (1818 m.) all’imbocco della Valfredda. Una comoda mulattiera porta lungo il pascolo, caratterizzato da piccoli tabià e baite, sul versante opposto fino alla Malga ai Lach (1805 m ). Il sentiero taglia quindi il ripido fianco detritico del Sas dela Palaza e percorre un pedio erboso tra salti di roccia fino a scendere nel bosco alla Malga Bosch Brusà (1867 m). Da Malga ai Lach la nuova variante [A] porta in direzione Barezze e quindi torna in quota verso la Malga Bosch Brusà. Il percorso prosegue lungo il sentiero n° 631 quindi n°694 attorno al Pizzo Forca fino alla Forca Rossa (2450 m) e di qui si scende al Passo di Col Becher (2312 m); seguendo il sentiero n°689 si raggiunge la Baita ai Cacciatori (1745m).

Baita dei Cacciatori – Vallada

Tempo di percorrenza: 5-6 ore

Periodi consigliati: da Maggio a Settembre

L’ultima parte del percorso si svolge attraverso sentieri meno frequentati e non assistiti ed è per questo la parte più “avventurosa” di tutta l’Alta Via dei Pastori. Proseguendo lungo il sentiero n° 697 si raggiunge la Biata Colmont (1854 m) e si prosegue lungo il sentiero n° 688 fino sotto la forcella Pianezze (2044 m). Da qui sono possibili numerose varianti:

  • [A] Per gli escursionisti più esperti è possibile raggiungere i pascoli oltre la forcella e proseguire lungo un sentiero panoramico molto ripido ed esposto sotto le Cime di Pezza e scendere alla Forcella San Tomaso (1367 m). Di qui lungo la strada si raggiunge agevolmente Andrich e al millenaria chiesa di San Simon di Vallada dove termina l’Alta Via.
  • [B] Superata la Forcella S’ciota (2021 m) si raggiunge il Rifugio Sasso Bianco (1804 m ). Di qui si scende a Costoia e Pianezze verso la Forcella San Tomaso (1367 m) fino alla chiesa di San Simon di Vallada.
  • [C] È possibile scendere direttamente a Vallada passando per la Baita Pianezza ( 1655 m).

Bogo – Garès

Tempo di percorrenza: 5-6 ore

Periodi consigliati: da Giugno a Settembre

Dall’abitato di Bogo (1194 m ) il sentiero n° 759 porta a Casera Rudelefin Alta, quindi alla Forcella Pape (2284 m ) e prosegue sotto le creste di Pape e del Monte Palada fino alla Forcella Cesurette (1801 m ), da cui si scende a Garés.

Garès – Rifugio G.Volpi al Mulaz

Tempo di percorrenza: 4-5 ore

Periodi consigliati: da Giugno a Settembre

Dall’abitato di Garés si sale alla Malga Stia (1785 m) e superata la Forcella della Stia (2190 m) si raggiunge il Rifugio G.Volpi al Mulaz (2571 m) seguendo il sentiero n°722.

Rifugio G.Volpi al Mulaz – Zingari Bassi

Tempo di percorrenza: 4-5 ore

Periodi consigliati: da Giugno a Settembre

Dal Rifugio G.Volpi si raggiunge il passo dei Fochet di Focobon (2291 m) e si scende al Rifugio Bottari seguendo il sentiero n°753. Qui si incontra il tracciato tradizionale dell’Alta Via dei Pastori che sale da Molino e prosegue in direzione della Valle di Vallés, Rifugio Caviazza, Malga Le Buse, Malga Zinghen Aut, lago di Cavia fino ad arrivare alla Malga Zingen Bas (1775 m).

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*